Londra, l’acido sta diventando l’arma preferita per compiere atti di violenza

La polizia ha detto alla BBC che a Londra nel 2015 erano stati compiuti 261 attacchi con l’acido, nel 2016 il numero è salito a 454, quest’anno la tendenza sembra destinata a continuare. Finora nel 2017, materiali corrosivi sono stati utilizzati nei crimini di odio, assalto in un night club, furti di ciclomotori e perfino un attacco a un paramedico di un’ambulanza.
La scorsa settimana, adolescenti in ciclomotore hanno spruzzato acido a cinque persone. Inoltre, mentre gli attacchi di acido altrove nel mondo di solito sono associati a reati contro le donne, i rapporti suggeriscono che a Londra sono gli uomini a subire maggiori attacchi. Che cosa sta succedendo?
Simon Harding, docente di criminologia presso la Middlesex University di Londra ha detto:
«Non c’è stata alcuna ricerca sul perché a Londra l’acido improvvisamente è diventato un’arma alla moda, probabilmente come prodotto per la pulizia di scarichi, la facile disponibilità di materiali corrosivi come l’acido solforico e nitrico, così come l’ammoniaca e l’acido cloridrico possono essere acquistati su Amazon per meno di 20 dollari. Le vittime di attacchi con l’acido possono subire danni cicatriziali e visivi, devono sottoporsi per più anni a decine d’interventi chirurgici.
L’aumento degli attacchi con l’acido potrebbe dipendere dalla difficoltà di ottenere le armi, la Gran Bretagna ha severi controlli: pistole e pistole semiautomatiche sono vietate (possono essere ottenute con speciale autorizzazione, ma l’autodifesa non è una ragione valida); è necessaria una licenza per i fucili.
Vietati anche i coltelli a scatto, mentre i coltelli oltre i 7 centimetri non possono essere trasportati in pubblico. Utilizzare il coltello in azioni criminali può essere punito con tre, quattro anni di carcere.
L’acido è qualcosa di completamente diverso, puoi mascherarlo, trasportarlo come una bottiglia d’acqua. E’ facile da usare, buttare, smaltire. Le restrizioni sulle pistole e coltelli potrebbero aver costretto i criminali a cercare armi alternative, infatti, prima dell’acido, alcune bande criminali hanno utilizzato i cani Pitbull, ciò è durato circa quattro anni poi è passato di moda.
La tendenza al lancio dell’acido per quanto terrificante, non è strettamente legato al controllo delle pistole in Gran Bretagna, negli ultimi anni il crimine con la pistola è aumentato, dopo un calo costante nel corso degli ultimi dieci anni, l’anno scorso quello con pistola e coltello è aumentato del 14%: nel Regno Unito, una persona su un milione è uccisa con una pistola, mentre negli Stati Uniti il rapporto è di 31 persone su un milione. Dobbiamo ridurre la disponibilità di questa roba.
L’eventuale risposta agli attacchi con l’acido potrebbe essere quella della restrizione sulle vendite, come avvenuto in precedenza con le armi e coltelli. Il governo sta considerando di rendere più difficile acquistare materiali corrosivi. Abbiamo bisogno di ridurre la disponibilità di questa roba, la polizia deve anche essere addestrata a cercare l’acido come è stato fatto con i coltelli».
James Alexander, professore ordinario in criminologia e polizia presso l’Università Metropolitana di Londra, ha detto:
«La risposta del Regno Unito al crimine violento spesso sottolinea la possibilità di rimuovere le potenziali armi dalla circolazione piuttosto che affrontare le cause fondamentali di tali crimini, per questo problema in modo più efficace, dobbiamo considerare perché i cittadini, sia giovani sia anziani, si sentano liberi di commettere atti di violenza. Dobbiamo valutare il perché non è stato instaurato un proficuo dialogo nei quartieri, scuole o altre strutture sociali.
Non affrontare le cause di base della violenza, in particolare tra i giovani, nel mondo provocherà sempre più la scelta di nuove armi».

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...