La Regina Elisabetta può continuare a guidare la macchina, privilegio tolto al Presidente Trump

La scorsa domenica in rete sono state viste immagini della Regina Elisabetta alla guida della sua Jaguar mentre attraversava Windsor Great Park al ritorno dalla chiesa. Vedere la regina al volante per chi vive a Windsor, è un evento normale, per tutti gli altri c’è solo la possibilità di vederla al volante in qualche raro scatto fotografico (vedi foto spesso sfoggia un cappello).

La Regina Elisabetta ha il permesso di guidare, il presidente degli Stati Uniti non può

Sua Maestà in macchina non gira solo all’interno del Windsor Great Park, in diverse occasioni è stata avvistata al volante anche a Sandringham e Balmoral.
E’ interessante notare che, mentre la Regina Elisabetta ha il permesso di guidare, il presidente degli Stati Uniti non può, recentemente l’ha detto a Reuters: “Non posso più guidare“.
La Regina rispetto a Trump è altrettanto importante (se non di più), allora perché può ancora mettersi al volante mentre Trump non può?
Le leggi degli Stati Uniti per cominciare, sono molto diverse da quelle del Regno Unito, il Presidente non può guidare, anche gli ex presidenti degli Stati Uniti al termine del loro mandato non sono autorizzati a guidare, quindi, se sei il Presidente americano, puoi consegnare le chiavi della macchina per tutta la vita.
Il divieto di guidare è considerato un “privilegio”? In realtà, il servizio segreto americano è diventato molto severo con la normativa di guida da quando è stato assassinato John F. Kennedy nel 1963. Le regole, pertanto affermano che i presidenti non possono guidare le loro auto. Obama ha destato scalpore per essere stato fotografato alla guida di un golf car, di solito se un presidente è al volante di qualsiasi mezzo, c’è sempre un agente dei servizi segreti a fianco, non il vice presidente Joe Biden (vedi foto).

Privilegi di guida concessi alla Regina Elisabetta
La Regina in Gran Bretagna ha diversi privilegi di guida, è l’unica persona nel Regno Unito che può guidare senza patente, anche se è più che qualificata per mettersi al volante, ha imparato a guidare mentre era in servizio presso l‘Auxiliary Territorial Service, il ramo delle donne del British Army durante la Seconda guerra mondiale.
E’ l’unica persona (a parte il personale del parco) che può guidare lungo il Long Walk in Windsor Great Park.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...