La Cina per combattere l’inquinamento atmosferico sta costruendo la prima città foresta con 40.000 alberi

L’Organizzazione Mondiale della Sanità riporta che la Cina è uno dei paesi più inquinati al mondo, fortunatamente, però, ci sono alcune buone notizie all’orizzonte. La Cina nel tentativo di riparare il danno provocato all’ambiente e ai cittadini in decenni di crescita sfrenata, in questi ultimi anni ha deciso di cambiare la sua politica ambientale. Il governo dopo aver annunciato di aver completato la costruzione del più grande parco solare galleggiante del mondo, ora, nel tentativo di frenare la produzione di gas tossici, ha progettato la costruzione di una delle prime “città foreste” al mondo.
La città ideata da Stefano Boeri (ha già progettato due grattacieli con foreste verticali), attualmente in costruzione a Liuzhou in provincia di Guangxi, una volta completata entro il 2020, potrà ospitare 30.000 persone e – grazie all’abbondanza di alberi e piante – annualmente sarà in grado di assorbire quasi 10.000 tonnellate di CO2, 57 tonnellate di sostanze inquinanti e produrre circa 900 tonnellate di ossigeno l’anno.
La città raggiungerà questi impressionanti dati grazie a circa un milione di piante, e più di 40.000 alberi piantati in ogni immaginabile superficie.
La nuova Liuzhou Forest City ospiterà scuole e due ospedali, sarà collegata alla città di Liuzhou con veloci servizi ferroviari e auto elettriche. Il progetto è di renderla autosufficiente sul piano energetico, grazie alla geotermia e risorse di energia solare.
La diffusione delle piante, non solo nei parchi e giardini o lungo le strade, ma anche nelle facciate degli edifici, contribuirà a migliorare la qualità dell’aria con l’assorbimento annuale di 57 tonnellate di CO2 e polveri sottili, diminuirà la temperatura media dell’aria degli edifici, aiuterà a creare barriere antirumore, migliorerà la biodiversità delle specie viventi con l’habitat per gli uccelli, insetti e piccoli animali che popolano il territorio di Liuzhou.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...