Il nuovo tabù degli inglesi non è il sesso ma i soldi

Il nuovo studio ha evidenziato che gli inglesi sono più propensi a rivelare i segreti della stanza da letto e non la dimensione del loro stipendio.
I ricercatori dell’University College di Londra dopo aver esaminato 15.000 uomini e donne, hanno scoperto che con più probabilità anche di fronte a una persona sconosciuta, le persone sono disposte a raccontare quanti partner sessuali hanno avuto, se hanno mai contratto una malattia sessualmente trasmissibile, piuttosto che svelare il loro patrimonio finanziario.
In uno degli studi più completi al mondo circa l’atteggiamento nei confronti del sesso, la maggior parte dei partecipanti era felice di svelare argomenti sulla loro vita sessuale, solo il 3 per cento ha rifiutato di rispondere alle domande più intime, ma circa il 20 per cento, ha resistito a rispondere a domande sul loro stipendio, quando è stato chiesto di rivelare il loro reddito famigliare, hanno detto di no.
Soazig Clifton di NatCen Ricerca Sociale, esperta nella gestione della rilevazione, progettazione del questionario per la formazione dell’intervistatore, e l’analisi dei dati. E’ particolarmente interessata a ricerche sul comportamento sessuale, ha detto:
«La maggior parte delle persone quando iniziano un colloquio con noi, anche di fronte a uno sconosciuto non ha remore a parlare anche di sesso, di tutti i loro partner sessuali, l’unica cosa che non dirà è quanto guadagnano».
I ricercatori hanno detto che questo non è il primo studio a scoprire l’argomento soldi come un tabù, comunque nelle loro interviste sesso-centriche, hanno scoperto che la donna media, ha avuto quattro amanti, due in più rispetto a venti anni fa, ma due in meno rispetto alla media dell’uomo.
I britannici anche se hanno più partner sessuali, in realtà fanno meno sesso: un sondaggio simile nel 1990 riportava che la gente praticava il sesso cinque volte il mese, ora nello stesso periodo lo stanno facendo solo tre volte.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...