Eterna giovinezza? Ufficialmente c’è una pillola anti-invecchiamento per i cani (video)

In sintesi, un farmaco sembra mostrare segni di invertire gli effetti dell’invecchiamento nei cani e topi. Gli studi sono stati condotti sull’efficacia nell’uomo. Il farmaco ha alcuni effetti collaterali, al momento non c’è alcuna garanzia che sarà altrettanto efficace in esseri umani.

Vita più lunga
L’invecchiamento è uno spettro che un giorno tutti noi dobbiamo affrontare. I ricercatori sperano di ritardare o addirittura invertire l’insorgenza dell’invecchiamento, alcuni hanno sostenuto di aver già fatto incursioni nell’immortalità. A tal fine, sembra che una sostanza anti-invecchiamento potrebbe essere stata trovata, ma non nel modo in cui ci si potesse aspettare: un farmaco per il trattamento del cancro per l’uomo ha dimostrato di invertire i segni d’invecchiamento nei cani, scimmie e topi, un giorno potrebbe essere la chiave per la ricerca di una soluzione anti-invecchiamento per gli esseri umani.
La rapamicina (Sirolimus) è un farmaco assunto da pazienti malati di cancro e per alcuni pazienti sottoposti a trapianto d’organo. I ricercatori hanno notato positivi effetti anti-invecchiamento in precedenti studi su topi e scimmie marmoset. I test sulle scimmie sono stati in grado di dimostrare che il farmaco è sicuro, ed era in grado di prolungare la vita dei topi di mezza età fino al 60%.
La testimonianza di alcuni proprietari di cani fornisce ulteriori prove delle sue proprietà anti-invecchiamento. I due cani anziani appartenenti a Paola Anderson e Sarah Godfrey sono stati sottoposti a un trattamento di rapamicina. I cani prima del trattamento erano a malapena in grado di camminare. Ora, hanno rinnovato la forza e la vitalità, sono in grado di correre e giocare con i loro proprietari.

In attesa di conferma del farmaco miracoloso
Gli esseri umani inizieranno a mettersi in fila per il trattamento con la rapacimina? Forse no. Il farmaco deve ancora essere sottoposto a molti test. Così com’è, gli effetti collaterali del farmaco causano il cancro, il diabete, infezioni e altro. Inoltre, anche se i test sugli animali sono stati completati con successo, non vi è alcuna garanzia che sarà efficace sugli esseri umani, al momento significa che dovranno essere fatti opportuni test. Infatti, sono stati condotti numerosi studi sulla rapamicina come trattamento per gli esseri umani, è stato notato che può avere effetti benefici sulla funzione immunitaria.
In conclusione, sono stati condotti studi sugli effetti collaterali del farmaco sull’uomo, uno studio della dottoressa Monica Mita conclude che possono essere gestiti, in un articolo pubblicato su Targeted Oncology, ha detto:
«La storia della rapamicina nella medicina è una delle storie più sorprendenti, allettanti, soddisfacenti, c’è tanto da scoprire ancora non è giunta alla fine».

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...