Bloccare gli annunci pubblicitari su Google Chrome

Le estensioni Adblocking per Google Chrome, sempre più utilizzate per bloccare invadenti, fastidiosi banner e popup

Gli annunci sono importanti per finanziare la distribuzione gratuita di contenuti d’alta qualità su Internet. Tuttavia, alcuni siti web sono caricati con fastidiosi banner e popup invadenti, per questo la navigazione in internet è diventata molto fastidiosa su questi siti. Le estensioni Adblocking per Google Chrome quindi stanno diventando sempre più popolari.

Qual è il migliore adblocker?
Ora le due estensioni più popolari nel Webstore Chrome sono AdBlock e Adblock Plus. Entrambe le estensioni promettono di fare la stessa cosa: bloccare tutti gli annunci pubblicitari su ogni pagina web.

Qual è la differenza tra i due, chi è l’adblocker migliore?
AdBlock
è stato originariamente creato per Google Chrome. E’ il più vecchio dei due e ha ancora più utenti.
Adblock Plus, solo di recente è stato portato a Google Chrome, il numero degli utenti sta crescendo rapidamente. In pochissimo tempo, è diventata la seconda estensione tra le più popolari di Chrome. E’ l’equivalente di Adblock Plus per Firefox, con oltre 120 milioni di download, ed è l’addon browser più popolare al mondo.
Chrome Adblock Plus è basato sullo stesso codice della versione di Firefox, da anni sviluppato come un progetto open-source da una comunità internazionale di volontari.

Il confronto tra le due estensioni
Adblock Plus ha una base di codice più sofisticato. Adblock Plus è più stabile e non causa il rallentamento del browser, inoltre, su siti video come youtube.com, dove il normale meccanismo di blocco non funziona per gli annunci incorporati nel video, Adblock Plus ha implementato una soluzione per bloccare la pubblicità.
Le due estensioni fanno un gran lavoro, anche se Adblock Plus è un po’ più veloce e più affidabile.

Configurazione di Adblock Plus
E’ possibile scaricare Adblock Plus da Webstore Chrome o dal sito ufficiale di Chrome Adblock Plus.
L’installazione richiede solo pochi secondi, una volta installato, tutti gli annunci sono automaticamente bloccati. Durante l’installazione si riceverà un messaggio d’avviso che le estensioni possono accedere ai dati privati, come ad esempio la cronologia di navigazione – questo è un avvertimento standard in Chrome per tutte le estensioni che modificano le pagine web. Adblock Plus in realtà non compromette la privacy dell’utente.
Adblock Plus, dopo l’installazione, svolge il suo lavoro in background, non è richiesta nessuna azione da parte dell’utente. Tuttavia, se si desidera supportare un sito web come techie-buzz.com si può facilmente disabilitare Adblock Plus per non bloccare gli annunci su questo dominio. Basta cliccare sul logo SOA in alto a destra della barra degli indirizzi e deselezionare la casella di spunta “abilitato per questo sito“. In questo modo, il sito non perde sulle entrate pubblicitarie, mentre tutti gli annunci su altri siti web sono ancora bloccati.

Aggiungere ulteriori elenchi filtri
Adblock Plus di per sé non blocca niente – gli elementi bloccati sono determinati da regole di filtraggio. Gli utenti più avanzati possono aggiungere filtri personalizzati.
Gli utenti che non hanno tempo o le conoscenze per creare regole di filtraggio, possono iscriversi ad EasyList, nelle impostazioni di default, blocca tutti gli annunci sui siti web. Se un utente vuole bloccare elementi aggiuntivi, come i domini di malware, il tracking dell’inserzionista o pulsanti di social bookmark, l’elenco dei rispettivi filtri deve essere aggiunto manualmente. Molte iscrizioni gratuite filtro può essere trovato qui .

Configurazione elenchi di filtri
Per aggiungere elenchi di filtri, con il copia e incolla, l’URL deve essere inserito nell’interfaccia di Adblock Plus.
L’utente, dopo aver copiato l’URL di un elenco di filtro, deve fare clic con il tasto destro sull’icona SOA e scegliere “Opzioni” e il “Filtro liste”. Nel campo aggiungere l’URL all’elenco filtro. Incollando l’URL e cliccando sul pulsante “Aggiungi URL” pulsante, l’utente ha sottoscritto la lista dei filtri.
Per esempio, per sbarazzarsi di tutti i pulsanti come quelli di Facebook, è sufficiente aggiungere all’elenco Antisocial il seguente URL per elenchi di filtro (vedi immagine)
La prossima volta che si visita un sito web come techie-buzz.com, le funzioni di tutti i pulsanti di social bookmarking saranno disabilitate. Ciò è particolarmente utile per gli utenti che sono preoccupati per la loro privacy, perché Facebook è ben noto per tenere traccia e memorizzare i dati dell’utente che visita i siti web che hanno incorporato i pulsanti.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...