Bellissimi ghiaccioli prodotti con liquami per sensibilizzare l’inquinamento delle acque (foto)

Hung I-chen, Guo Yi-hui, e Cheng Yu-ti, tre studenti d’arte della National Taiwan University of Arts, hanno raccolto le acque di scarico provenienti da tutta Taiwan per trasformarle in ghiaccioli per un progetto intitolato “Ghiaccioli d’acqua inquinata“.
Hung I-chen e suoi compagni hanno visitato cento località in tutta Taiwan per raccogliere acque sporche, poi hanno messo in freezer i campioni di liquidi prelevati insieme a insetti e sporcizia, trasformandoli in ghiaccioli, che poi hanno preservato trattandoli con una resina poliestere.
Hung I-chen intervistato da Quarz ha detto:
«La nostra speranza è che il progetto aumenterà la consapevolezza dell’inquinamento delle acque. Abbiamo scelto di utilizzare i ghiaccioli perché possono essere trasparenti, in genere sembrano attraenti. Questi ghiaccioli sono belli, avete ancora voglia di mangiarli?» (clicca l’immagine per vedere altri ghiaccioli).

Ghiaccioli d'acqua inquinataIl team in totale ha realizzato 100 ghiaccioli, ogni ghiacciolo è stato contrassegnato con un numero, “sapore” e il nome della “sorgente” da dove hanno raccolto i rifiuti (vedi video). Recentemente hanno esposto la loro collezione di ghiaccioli  in una mostra d’arte a Taipei.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...